Previsioni nel campo delle derrate alimentari e dei foraggi

Le emissioni radioattive si diffondono nell'ambiente e si depositano sul suolo e sulle piante. I radionuclidi raggiungono le parti commestibili delle piante alimentari e foraggiere lungo diversi percorsi (superficie delle foglie, radici). Gli animali e le persone che si nutrono di questi vegetali possono contaminarsi. A seconda del tempo di dimezzamento e del genere dei nuclidi, il pericolo può sussistere anche a lungo. Per individuare il pericolo ed adottare le misure di protezione necessarie, è importante stimare il comportamento dei singoli nuclidi nella biosfera.

Per la previsione viene utilizzato il modello radioecologico CHECOSYS, sviluppato in Germania e adeguato alle condizioni svizzere. Partendo dalla radioattività presente nell'aria o dalla radioattività depositata sul terreno e sulle piante, si calcolano le concentrazioni di radioattività prevedibili nelle derrate alimentari e nei foraggi. In base al comportamento alimentare della popolazione, si stima quindi la dose radioattiva assimilata da un individuo che consuma alimenti contaminati. Se questa è troppo elevata, le autorità possono ordinare il divieto di raccolta o restrizioni alimentari.