Pericoli naturali

Tra i pericoli naturali rientrano gravi fenomeni di maltempo (vento, precipitazioni, temporali, gelate), alluvioni, valanghe, frane, incendi boschivi e terremoti. In Svizzera sono diversi gli enti responsabili per i pericoli naturali: MeteoSvizzera per eventi meteorologici, l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) per le alluvioni e gli incendi boschivi, l'Istituto federale per lo studio della neve e delle valanghe (SNV) per le valanghe e il Servizio sismologico svizzero (SED) per i terremoti. Anche eventi naturali all'estero possono avere conseguenze per la Svizzera. Un esempio sono le eruzioni vulcaniche che pregiudicano il traffico aereo.

In caso di pericoli naturali (tranne che per i terremoti) la preallerta assume un'importanza fondamentale. La CENAL diffonde le avvertenze e le previsioni dei servizi specializzati ai cantoni interessati e ad altri partner del sistema integrato. In caso di terremoto, la CENAL riceve un messaggio automatico dal SED con le prime informazioni sulla magnitudo e l'epicentro. Questo viene immediatamente trasmesso alle centrali d'intervento e di emergenza cantonali. A seconda dell'intensitā e dei danni previsti, vengono informate le organizzazioni partner competenti o viene mobilitata l'organizzazione d'intervento.

In caso di eventi gravi (come i fenomeni di maltempo del 2007 o del 2013), la CENAL gestisce il Centro di notifica e d'analisi della situazione (CNA) della Confederazione. Essa č in contatto con gli organi di condotta ed i servizi specializzati cantonali ed elabora periodicamente resoconti e mappe che riassumono la situazione e gli sviluppi previsti a livello nazionale. Funge inoltre da punto di contatto per i cantoni per tutte le questioni concernenti la protezione della popolazione (Single Point of Contact SPOC).

In vista di gravi pericoli naturali, gli organi federali specializzati possono emanare comunicati d'allerta soggetti all'obbligo di diffusione. Questi devono essere trasmessi dalle emittenti radiotelevisive nella regione minacciata. La CENAL provvede alla diffusione di questi comunicati. L'obiettivo č quello di indurre la popolazione a proteggersi meglio da pericoli naturali ravvisabili, in modo da evitare o limitare i danni a persone e cose.