Permanenza in casa, trasferimento in cantina o rifugio

In Svizzera, la maggior parte delle case sono costruzioni massicce e dispongono generalmente di una cantina. La densità di rifugi privati e pubblici sul territorio è inoltre molto elevata. La permanenza in casa o il trasferimento in cantina o rifugio costituisce perciò la principale misura preventiva durante il passaggio di una nuvola radioattiva. È un provvedimento efficace contro l'irradiazione esterna.

L'irradiazione esterna può provenire da una nube radioattiva in transito o dalle sostanze radioattive depositate sul suolo. La permanenza in casa o il trasferimento in cantina o rifugio permette di ridurre da 10 a 50 volte la dose prevedibile.

  • Interno della casa: fattore di protezione 10
  • Cantina / rifugio: fattore di protezione 50

Durante il passaggio della nube radioattiva, tenere chiuse le finestre e le porte esterne. Ciò permette di ridurre la penetrazione di radioattività nelle case, nelle cantine e nei rifugi. Inoltre, è meglio rinunciare alla ventilazione artificiale dei locali per non aspirare l'aria esterna. La disattivazione della ventilazione limita l'inalazione delle particelle radioattive che causano l'irradiazione interna.